Migliori Architetti Palermo

Manutenzione stradale, la centralizzazione delle gare slitta di un anno

15/05/2018 – Per i lavori di manutenzione delle strade di importo superiore alla soglia comunitaria (5,55 milioni di euro), l’obbligo di ricorrere ai Soggetti Aggregatori scatterà un anno dopo rispetto alle altre categorie merceologiche.

La Conferenza Unificata del 10 maggio scorso ha sancito l’intesa sullo schema di DPCM, di concerto con il Ministro dell’Economia e Finanze, di individuazione delle categorie merceologiche e delle relative soglie per le quali opera l’obbligo di ricorso ai Soggetti Aggregatori.

Lo schema di DPCM individua 6 nuove categorie di beni e servizi (trasporto scolastico e forniture sanitarie) per le quali, in caso di forniture per importi superiori a 5,55 milioni di euro, la centralizzazione dell’acquisto sarà obbligatorio a partire dall’entrata in vigore del DPCM.

Quello per la manutenzione delle strade (categoria merceologica 25: Manutenzione strade – servizi e forniture) scatterà..
Continua a leggere su Edilportale.com

Source:: EDILPORTALE.com