Migliori Architetti Palermo

Interni torinesi

04/06/2018 – Torino, città elegante, riservata e un po’ misteriosa. La città in cui l’architettura contemporanea convive con una preesistenza di valore e con echi di austerità sabauda e su cui aleggiano le memorie dei profili di alcune delle firme più singolari dell’architettura italiana, da Carlo Mollino a Gabetti e Isola.

Lo scorso anno Torino è distinta per l’alto numero di privati che ha aperto casa propria: anche quest’anno sono tanti i cittadini che hanno risposto alla chiamata di Open House, accettando di accogliere i concittadini e condividere il proprio spazio più importante. Oltre 140 “porte di casa”, alcune tra le più belle dimore sia storiche che contemporanee. Un viaggio nell’architettura che spazia da loft avveniristici a villette liberty, fino ad eleganti.

E a sfatare un luogo comune che etichetta i torinesi troppo riservati, sono i dati: tra le 42 città..
Continua a leggere su Archiportale.com

Source:: ARCHIPORTALE.com