Migliori Architetti Palermo

Architetture dell’illusione. Pienza, la città ideale

01/03/2019 – Immediate e spiazzanti, le illusioni ottiche colpiscono nel contempo gli occhi e la mente.
Lo stupore che si prova davanti ad una piccola magia prospettica capace di rendere, anche se solo per un attimo, possibile l’impossibile, è semplice e alla portata di tutti. Ma per accedervi è necessario deviare momentaneamente dalla “verità” dell’osservazione.

L’affascinante capitolo della prospettiva chiamato anamorfosi fonda le proprie radici nell’arte rinascimentale, come perfetta fusione tra geometria e psicologia della percezione, culminando nel seicento come effetto dei progressi compiuti nel campo della geometria proiettiva e dell’ottica. E parlando di gioco di percezioni e prospettive, l’anamorfismo altro non è che la traduzione in arte di un concetto più ampio: tutto cambia in base al modo di guardare alle cose, perché quello che all’apparenza sembra avere un’unica forma..
Continua a leggere su Archiportale.com

Source:: ARCHIPORTALE.com