Migliori Architetti Palermo

Ecobonus, cosa rischia chi invia in ritardo i documenti all’Enea

06/09/2019 – Cosa accade se, dopo aver effettuato i lavori di riqualificazione energetica, ci si dimentica di inviare la documentazione all’Enea entro i 90 giorni previsti dalla normativa? La Commissione Tributaria Regionale della Lombardia, con la sentenza 3343/2019, ha spiegato che dipende dai casi e che, in presenza di determinati requisiti, non si perde il diritto alla detrazione fiscale.

Ecobonus e invio dei documenti all’Enea
La normativa sull’Ecobonus prevede che, entro 90 giorni dalla fine dei lavori, siano inviati all’Enea le informazioni contenute nell’attestato di prestazione energetica e la scheda informativa dell’intervento. I documenti vanno trasmessi online. Solo in caso di particolare complessità dell’intervento, i documenti possono essere inviati attraverso una raccomandata.

Il termine decorre dalla data del collaudo, non da quella dei pagamenti. Se, invece, l’intervento non prevede un collaudo,..
Continua a leggere su Edilportale.com

Source:: EDILPORTALE.com